NUMERO VERDE WHIRLPOOL ITALIA : CANDY – WHIRLPOOL RICAMBI ELETTRODOMESTICI

INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Candy INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Tutti i ricambi ARISTON – CANDY – WHIRLPOOL  per lavatrici, frigoriferi, lavastoviglie, sono ordinabili esclusivamente online all’indirizzo di posta elettronica : aristonricambi@libero.it   il servizio e’ attivo 24 ore su 24 tutti i giorni. Infoline 347-4798492 per qualsiasi problematica di assistenza ricambi ARISTON

Logo-Whirlpool1

Il gruppo degli elettrodomestici ha annunciato la chiusura dello stabilimento di Trento che costerà il lavoro a 450 persone. Davide Castiglioni: “Decisione difficile, ma era in gioco la continuità dell’azienda. In Lombardia saremo più competitivi”

Pubblicato in Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

NUMERO VERDE CANDY: ARISTON – CANDY – WHIRLPOOL RICAMBI ELETTRODOMESTICI

INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Candy INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Tutti i ricambi ARISTON – CANDY – WHIRLPOOL  per lavatrici, frigoriferi, lavastoviglie, sono ordinabili esclusivamente online all’indirizzo di posta elettronica : aristonricambi@libero.it   il servizio e’ attivo 24 ore su 24 tutti i giorni. Infoline 347-4798492 per qualsiasi problematica di assistenza ricambi ARISTON

Logo-Whirlpool1

Sono qui per parlarvi di una storia oscura e tragica. Avete già capito: l’Europa è un mostro che va contro tutte le regole della teoria monetaria e dell’economia moderna. Perché esiste un sistema così assurdo? Mi è stato detto che nel vostro paese – come nel mio, del resto – alcune persone pensano che, se riusciamo a liberarci dell’euro, l’Italia o la Francia diverrebbero equiparabili ad alcuni dei paesi più poveri dell’Africa, come lo Zimbabwe. Ma l’economia reale dell’Eurozona è già nello stesso stato dello Zimbabwe. In Francia, il vero tasso di disoccupazione è di circa il 60% della popolazione attiva, una cifra enorme. E il vero tasso di inflazione è del 7-8%. Perciò non abbiamo la piena occupazione né una stabilità dei prezzi. Questo significa che tutti i dati ufficiali europei sono menzogne.

Cito il direttore generale del ministero delle finanze francese, che appartiene all’ordine monastico dei Benedettini ed è anche il capo dell’Opus Dei Alain Parguez francese – fra l’altro, anche la Commissione Europea (come il governo francese) è ampiamente controllata dall’Opus Dei. Ho provato a parlare con lui di questa questione, e mi ha detto: «Sì, l’economia francese è morta, ma non abbastanza». Mi ha detto: «Professore, lei deve capire perché esiste il sistema europeo. Che cosa vogliamo? Vogliamo distruggere, per sempre, la gente. Vogliamo creare una nuova tipologia di europeo: una nuova popolazione europea, disponibile ad accettare la sofferenza, la povertà. Una popolazione disposta ad accettare salari inferiori a quelli cinesi. E questo rappresenterà il fulcro del mio impegno».

Il sistema dell’euro non è mai stato pianificato per portare ad un’unione monetaria, né è stato pensato come agenda neoliberista all’americana; e questo è ancora completamente ignorato dall’élite dominante europea. Basti pensare che, anche per il leader del partito socialista francese, il presidente Obama è un marxista. Quindi che cos’è l’euro? E’ un nuovo ordine sociale totalitario. E’ stato programmato molto tempo fa, nel periodo fra le due guerre mondiali, e poi completato, per così dire, dal regime di François Mitterrand. In questo nuovo ordine non ci saranno più Stati sovrani. Lo Stato deve svanire – perlomeno, lo Stato, che trova radici nella democrazia, Julius Evolanel Parlamento, nella Repubblica. Nel nuovo ordine, il potere dev’essere interamente trasferito a coloro che lo “meritano”. E questo significa un’élite, una classe capitalista di tecnocrati a cui piace il potere assoluto di controllo.

L’origine dell’unione monetaria europea nasce tra le due guerre dalle parti più reazionarie e conservatrici della classe dominante francese. Il filosofo italiano Julius Evola aveva accusato Mussolini di essere troppo morbido con la gente e lo stesso Hitler di essere troppo favorevole al popolo. La cosiddetta crisi del debito sovrano è ovviamente un evento che non si è mai prima verificato nella storia. Una crisi di questa portata è stata attentamente pianificata dagli architetti del sistema europeo. Quel che avevano in mente era di privatizzare lo Stato. E dato che uno Stato in cui esiste una democrazia tende a perdere ricchezza, è ovvio che poi si trova obbligato a prendere in prestito denaro, quindi il suo debito è considerato a rischio: pertanto lo Stato dev’essere completamente assoggettato al cosiddetto mercato dei bond, ed è esattamente quello che sta succedendo.

Non esiste modo di risolvere il problema e accomodare il sistema, perché come ordine sociale ha una sua logica, e coloro che controllano il sistema non accetteranno mai nessun tipo di cambiamento, soprattutto nessun tipo di intervento della Bce che non sia mirato ad incrementare esclusivamente la ricchezza delle banche. L’unica possibilità di salvare la società europea è liberarsi di questo sistema. In Europa, il settore privato è morto. I leader del settore capitalistico non sono più interessati all’economia reale: sono Jean Monnet e Robert Schuman“rentier”, percettori di rendite finanziarie, e il capitalismo sta morendo. In Francia, già da 5-6 anni, la crescita è al di sotto del 3-4% all’anno. L’euro? E’ una moneta falsa, che distrugge a tutti gli effetti l’economia reale.

Nella pianificazione del sistema dell’euro ci sono due fasi. La prima va dal 1940 al 1943, la seconda è opera in gran parte di Mitterrand. Nella metà degli anni ’30, si comincia con persone come Schuman e Jean Monnet. Già nel 1927 Schuman scrisse che c’era bisogno di creare l’Europa come nuovo ordine, radicato nella tradizione. “Salvare l’Europa dalla decadenza”, per i pro-europeisti significava: salvarla da socialismo, rivoluzione, proteste, ebrei, marxisti, libero accesso alla sanità e all’istruzione, aborto, omosessualità. L’obiettivo dei primi europeisti era costruire un sistema esattamente opposto a quello della società degli Usa, che odiavano. L’élite europeista odiava la società dei consumi americana: odiavano più gli Stati Uniti che l’Unione Sovietica.

Cosa si doveva fare per costruire l’Europa? Abolire gli Stati; forzare uno stato di deflazione permanente; ridurre progressivamente la spesa pubblica; e trasferire il potere a una classe super-partes di tecnocrati, operante a livello sovranazionale. Per questi europeisti della prima ora, cosa significava l’Europa? Significava creare un condominio, composto da Francia e Germania, e un impero coloniale che includesse anche il sud dell’Europa e l’Europa orientale; questo obiettivo era stato chiaramente esplicitato. E Friedrich Hayekcome si poteva sopprimere lo Stato? Bisognava privarlo di qualunque potere, relativamente alla moneta. Tutti questi europeisti erano fanatici seguaci di Friedrich Hayek, l’economista austriaco più di destra di quel tempo.

L’Europa avrebbe quindi dovuto basarsi su una valuta sovranazionale, interamente controllata da una banca centrale sovrana che godesse di poteri assoluti per sovrastare gli Stati. In ultima analisi, il loro obiettivo era di imporre la futura valuta europea come un super-standard aureo: il primo abbozzo, per così dire, del Trattato di Maastricht, venne scritto dall’economista francese François Perroux nel 1943, col pieno supporto di un trattato approvato dal regime tedesco e dal regime francese pro-nazista dell’epoca. Il nuovo trattato, formulato e approvato dal presidente Sarkozy e dalla signora Merkel, è esattamente basato su quanto scritto da François Perroux nel ’43.

Quelle persone erano contrarie allo standard aureo tradizionale, perché ritenevano che non avesse permesso la totale abolizione del potere di spesa dello Stato; quindi, bisognava creare uno standard aureo superiore. E questa era la prima fase del processo. Ma per qualche tempo il progetto europeo venne tenuto nelle retrovie, perché tutti i suoi fautori erano più pro-hitleriani di Hitler stesso. Per cui è stato necessario aspettare il regime di François Mitterrand. Un suo super-consulente, un monarchico, diceva: «Io odio i poveri». Era Jacques Attali: de facto, il primo ministro della Francia. Tra l’altro, Attali era il capofila di una serie di ex marxisti, convertiti in sostenitori del nuovo regime. Era quindi incaricato di creare una versione Jacques Attalipiù “sostenibile” dell’euro-sistema. Ma la visione era la stessa: «Dobbiamo distruggere i centri commerciali», che per loro erano espressione di pura infamia, perché le persone dovevano accettare di essere povere.

Mi ricordo di alcuni dibattiti in seno alla commissione segreta che si occupava dell’entourage presidenziale; Mitterrand doveva guadagnarsi il supporto dell’allora partito comunista, e io fui incaricato di scrivere una serie di modeste considerazioni, keynesiane, di  teoria economica moderna. Ma tra i finanziatori della campagna elettorale di Mitterrand c’era la Chase Manhattan Bank, e così non fu mai sostenuto un programma di piena occupazione. Attali diceva: «Io ho l’impegno del nostro caro, futuro presidente: appena possibile noi distruggeremo lo Stato, creeremo una deflazione dell’economia, i salari reali crolleranno; quel che abbiamo in mente è il collasso totale del reddito dei lavoratori e della società francese». Come riuscire a fare tutto questo? Con il Trattato di Maastricht e con la creazione dell’euro.

Sottolineo innanzitutto le menzogne. Mi è capitato di trovarmi piuttosto vicino a François Mitterrand, molto tempo fa; prima della guerra aveva avuto un legame particolare con mia madre, che mi diceva: «François è così bravo a raccontare balle che può riuscire persino a far credere che gli interessi far del bene alla gente». Durante l’unico dibattito sul Trattato di Maastricht, in risposta alla domanda di uno studente, Mitterrand osò dire: «Posso giurare che, nel trattato, non esiste menzione di alcuna banca centrale europea indipendente». Il principio fondamentale dei trattati europei era la privatizzazione dello Stato. E cioè: obbligare gli Stati a prendere in prestito denaro, vendendo titoli alle banche private. Gli Stati, come qualunque azienda dalla reputazione profondamente pura, dovevano François Mitterrandandare a chiedere i soldi alle banche, ai tassi di interesse stabiliti dalle banche stesse.

Il Trattato di Maastricht e il conseguente Patto di Crescita e Stabilità – il vero nome avrebbe dovuto essere: Patto di Distruzione e Instabilità – ha rappresentato la realizzazione dei loro obiettivi: gli Stati completamente assoggettati alle banche private, e quindi obbligati a tagliare la spesa pubblica. E’ esattamente quello che è successo, benché le menzogne continuino. La percentuale di debito pubblico, nell’ambito del patrimonio delle banche francesi e tedesche, è al di sotto del 5%. Le banche perdono soldi non a causa del debito pubblico, ma a causa del collasso totale dell’economia reale. Sono assolutamente terrorizzato quando la gente dice: «Oh, povere banche!». Il governo francese ha mentito, ma sapeva bene quali fossero le vere condizioni dell’economia greca: il 90% del debito greco – come quello italiano – è nelle mani delle banche francesi e tedesche.

Se il nuovo trattato verrà poi effettivamente approvato, ci troveremo di fronte alla totale abdicazione degli Stati, delle politiche fiscali e di qualunque tipo di politica sociale. Sarà quindi raggiunto quel sogno di costituire un “nuovo ordine”. Ora il problema di chi deve gestire il sistema è: come si potrà mantenere il controllo della società? E’ questo il problema che si pongono. Di questo hanno timore, perché non c’è dibattito: in Germania, in Francia, e nei maggiori paesi europei, gli economisti ufficiali sono assolutamente corrotti; direi che si possono considerare delle prostitute. E siamo nelle loro mani: non si parla mai delle infamie alla base del crollo del sistema europeo.

(Alain Parguez, eminente economista e professore emerito dell’università francese, già consulente del presidente Mitterrand; testo dell’intervento pronunciato a Rimini il 25 febbraio 2012 al summit mondiale sulla Modern Money Theory promosso da Paolo Barnard).

 

(02 agosto 2013)

Pubblicato in Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

NUMERO VERDE WHIRLPOOL : CANDY – WHIRLPOOL RICAMBI ELETTRODOMESTICI

INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Candy INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Tutti i ricambi ARISTON – CANDY – WHIRLPOOL  per lavatrici, frigoriferi, lavastoviglie, sono ordinabili esclusivamente online all’indirizzo di posta elettronica : aristonricambi@libero.it   il servizio e’ attivo 24 ore su 24 tutti i giorni. Infoline 347-4798492 per qualsiasi problematica di assistenza ricambi ARISTON

Logo-Whirlpool1

Pubblicato in Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

NUMERO VERDE ARISTON: CANDY – WHIRLPOOL RICAMBI ELETTRODOMESTICI

INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Candy INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Tutti i ricambi ARISTON – CANDY – WHIRLPOOL  per lavatrici, frigoriferi, lavastoviglie, sono ordinabili esclusivamente online all’indirizzo di posta elettronica : aristonricambi@libero.it   il servizio e’ attivo 24 ore su 24 tutti i giorni. Infoline 347-4798492 per qualsiasi problematica di assistenza ricambi ARISTON

Logo-Whirlpool1

    Il ricatto del condannato

di MASSIMO GIANNINI

                                                                                                                        La tragicommedia del “Santo Martire della mala-giustizia italiana” è giunta infine al suo climax. Dopo la condanna definitiva decisa dalla Cassazione per Silvio Berlusconi, si dispiegano con geometrica potenza l’improvvisa drammatizzazione del suo ricatto politico e la messinscena mediatica della Grande Banalizzazione dei suoi processi penali. Il ricatto è ultimativo, e chiama in causa il Quirinale: o mi date un salvacondotto, o salta tutto. La banalizzazione è suggestiva, e chiama in causa le coscienze: ho salvato il Paese dai comunisti, quindi sono innocente per definizione.
Nell’anomalia berlusconiana non c’è spazio per la realtà. Anche se la realtà è molto semplice. Per lo Stato, in rappresentanza del quale si sono espressi i giudici della Suprema Corte, il Cavaliere è colpevole di un reato gravissimo, provato al di là di ogni ragionevole dubbio in tre gradi di giudizio. Per questo, come qualunque altro cittadino e secondo il principio costituzionale di uguaglianza di fronte alla legge, merita la pena che gli è stata inflitta. In qualunque altra democrazia occidentale non ci sarebbe altro da aggiungere. Il condannato prende atto, e sconta il suo debito con la giustizia, pagandone tutte le conseguenze. Comprese quelle politiche, se ne esistono.
Solo in questa Italia, narcotizzata dalla propaganda mistificatoria ed egemone di una destra autocratica e populista, può succedere che il carnefice si spacci per la vittima. Solo in questa Italia, lobotomizzata da una “guerra dei vent’anni” combattuta da un conducator che si pretende sempre e comunque legibus solutus, può succedere che il “pregiudicato” si rappresenti come il “perseguitato”. Ed è dunque in nome di questa colossale manipolazione che una verità processuale ormai certificata può essere “venduta” sul mercato politico e veicolata nel discorso pubblico come una banale falsità, che se pure macchia la fedina penale del leader non indebolisce la sua immagine sacrale e la sua tempra morale. Al contrario. I tribunali della Repubblica hanno stabilito che Berlusconi ha frodato il fisco per creare fondi neri, secondo uno schema collaudato che gli è servito e gli serve da decenni per corrompere politici, giudici e finanzieri. Ma questo, per i Grandi Banalizzatori in servizio permanente effettivo, non conta nulla. La sentenza (ancorché definitiva, fattuale e soprattutto documentale) è un groviglio di parole ridotte a gusci vuoti, sulle quali non vale neanche la pena fermarsi a riflettere. Non vale la pena provare a capire cosa, come e perché è successo tutto questo, a un ex presidente del Consiglio di questo Paese.
Anzi, proprio questa sentenza di condanna (manomessa e trasformata nel suo contrario) è usata per paradosso a rafforzare la legittimità politica del Cavaliere, che di fronte ai suoi scudieri e ai suoi elettori torna ora a parlare di voto anticipato. Com’era ovvio e prevedibile la “pacificazione”, pilastro ideologico del governo di “unità nazionale”, era solo un pretesto posticcio: quasi la prosecuzione dell’impunità con altri mezzi. Per lo Statista di Arcore non vale l’interesse nazionale, ma solo quello personale. E dunque, come spiega ai suoi gruppi parlamentari, a questo punto conviene andare alle elezioni al più presto, “per vincerle” e per fare finalmente quella “riforma della giustizia” che non serve agli italiani, ma serve solo a lui. Una riforma che non garantisce più attenzioni agli imputati, ma promette più sanzioni ai magistrati. Seguire Berlusconi, nel videomessaggio di due giorni fa, è come osservare i “nuovi tiranni” raccontati da John Berger. Occhi piccoli, pronti, che esaminano tutto e non contemplano nulla. Orecchie capienti come banche dati, ma incapaci di ascoltare. Labbra che tremano di rado, e bocche che minacciano implacabilmente decisioni. Mani gesticolanti, che dimostrano formule e non toccano l’esperienza. Soprattutto, assoluta fiducia in se stessi, pari alla loro tracotanza e alla loro ignoranza.
E questo non è che un debutto. Cosa accadrà tra qualche giorno, quando un’altra sentenza precipiterà sulla scena, a scatenare l’ira del pelide Silvio? Cosa succederà quando la stessa Cassazione si pronuncerà sul maxi-risarcimento che la Fininvest deve alla Cir, per un altro enorme episodio corruttivo (anche questo certificato da una sentenza passata in giudicato) come il Lodo Mondadori comprato a suon di mazzette al giudice Metta? Cosa farà il Cavaliere, se non quello che sa fare meglio da quando è sceso in campo nel ’94, cioè rovesciare tavoli, bruciare vascelli, saltare come un ardito nel cerchio di fuoco di un’avventura politica vissuta sempre e soltanto come campagna elettorale permanente? Gli atti sediziosi del Pdl, per adesso solo annunciati, saranno prima o poi realizzati. La Vandea dei ministri, l’Aventino dei parlamentari, l’assedio al Quirinale, costretto ancora una volta a escludere ufficialmente l’ipotesi folle di un provvedimento di grazia ad personam. E chissà che altro ancora, per “ripristinare la democrazia”, violata solo perché un manipolo di magistrati, coraggiosi e scrupolosi, ha provato a fare fino in fondo il proprio dovere: amministrare la giustizia. Anche nei confronti di un cittadino “eccellente” che ha fatto di tutto per sottrarvisi, dai sovversivi Lodi Schifani-Alfano ai compulsivi legittimi impedimenti “per uveite”. E che si ritiene meno uguale degli altri solo perché la sua gente lo ha votato ed “eletto”, a questo punto non solo in senso parlamentare ma quasi divino.
In questo scenario, ragionare ancora sulle prospettive del governo Letta non ha molto senso. L’orizzonte politico, spaziale e temporale, si restringe ineluttabilmente. Era nelle cose, e solo chi si è lasciato e si lascia ancora ammaliare dalla Grande Banalizzazione poteva non vederlo. Verranno ore drammatiche. E per Giorgio Napolitano, che finora ha supplito da solo all’irresolutezza della politica e ha retto tutto intero il peso di una governabilità quasi impossibile, rischia di avvicinarsi ancora una volta il momento delle scelte più difficili. E questo è tanto vero, che anche la sinistra ha il dovere almeno di chiedersi se non occorra giocare d’anticipo, piuttosto che aspettare ancora una volta gli eventi. Un tema cruciale, che interroga il Pd, obbligato a riflettere sulla natura di questa anomala Grande Coalizione, e anche il presidente del Consiglio, chiamato a una rigorosa analisi costi/benefici

della sua missione a Palazzo Chigi. Per tornare a John Bergere: non basta “ammassare il branco” per dire che si sta governando. Letta non ha torto, quando sostiene che “fermarsi ora sarebbe un delitto”. Ma ha più ragione di lui chi oggi si domanda: come si può andare avanti con un presunto alleato che un “delitto” lo ha commesso davvero, secondo una sentenza ormai definitiva pronunciata nel nome del popolo italiano? m.giannini@repubblica.it

Pubblicato in Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

ROMA: WHIRLPOOL RICAMBI FRIGORIFERI E LAVASTOVIGLIE.SPEDIZIONI GRATIS IN TUTTA ITALIA

WHIRLPOOL   ARISTON  HOOVER  RICAMBI FRIGORIFERI,LAVATRICI,FORNI A MICROONDE, PIANI DI COTTURA. SERVIZIO SPEDIZIONI RICAMBI ATTIVO 24 ORE SU 24.

Inviare qualsiasi richiesta ricambi all’indirizzo : SERVIZIORICAMBI@LIBERO.IT

INFOLINE 347-4798492

Faccio un esempio che ho fatto anche altre volte, l’ho anche scritto dentro di
un libro lo faccio spesso se qualcuno l’ha già sentito porti pazienza.

Io, quando sto bene, che ci riesco, non guardo la televisione, non leggo
i giornali, e se sto proprio benissimo riesco anche a non sentire la radio. E
questa è una cosa che ogni tanto produce degli effetti singolari, per esempio
l’ultima volta che è morto un papa, io di questa morte del papa, e del
successivo convegno di cardinali per eleggerne un altro, l’avevo saputo per via
che nel bar dove andavo a far colazione, sotto casa mia, a Bologna, eran
diventati tutti dei vaticanisti.

Un bar che fino a pochi giorni prima era
frequentato da bancari, studenti, pensionati, commercialisti, idraulici, sarti,
professori di ginnastica, tabaccai, ortopedici, musicisti, impiegati comunali,
bidelli, avvocati, fisioterapisti, garagisti e bibliotecari, tutto d’un tratto,
dans l’espace d’un matin, come si dice, era diventato il bar dei
vaticanisti. E discutevano fra loro, e si dividevano in fazioni, e c’erano i
bene informati e i male informati, e c’era chi assicurava che il giorno
successivo tutto sarebbe finito, e chi diceva che no, che per altri tre giorni
niente fumata bianca, e era in tutto e per tutto quello che un mio amico
chiamava la recita del pensare, e per un momento sembrava che radio, e giornali,
e televisioni servissero a quello, a permettere alla gente di abbandonarsi a
questa generale recita del pensare e per un attimo uno se lo dimenticava, che
invece servono per vendere la pubblicità.

Dopo, nel gennaio del 2009,
compiva gli anni mio fratello Emilio, mi sono trovato a Parma a cena con i miei
due fratelli e mia mamma. Era il periodo della crisi dell’Alitalia, e la prima
mezz’ora che siam stati a tavola mio fratello Giulio, mio fratello Emilio e mia
mamma hanno parlato solo di trasporti aerei, e ne han parlato come se fossero
degli esperti. Io a un certo punto ho guardato mia mamma le ho detto Mamma,
tu non hai mai volato in vita tua, cos’è successo, hai fatto un corso?

C’è un saggio bellissimo di uno studioso russo che si chiama Bachtin, il
saggio si intitola La parola nel romanzo ed è pubblicato da Einaudi in un
volume intitolato Estetica e romanzo, dove Bachtin dice che noi, le cose
che diciamo, il 50 per cento non sono cose che diciamo, sono cose che ripetiamo.
Quel saggio è degli anni 50, e adesso, secondo me, 60 anni dopo, per me,
perlomeno, quella percentuale lì è salita al 98 per cento, e i giorni che mi
viene un pensiero mio che l’ho pensato io sono giorni da segnare sul calendario
noi siamo veramente, mi sembra, tutti impastati di sonno, non sappiamo neanche
distinguere dentro la testa quel che abbiam pensato noi e quello che abbiamo
sentito dire dagli altri e io non lo so, quanto si può andare avanti, così,
forse all’infinito, ma forse anche no.

Paolo Nori
Fonte:
http://www.paolonori.it
Link: http://www.paolonori.it/vaticanisti-2/
13.02.2013

Pubblicato in centri assistenza sony, Elenco Centri assistenza dei principali marchi Mondiali, Samsung Roma, Senza categoria, Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

MILANO:Solo Ricambi Originali ARISTON – CANDY – WHIRLPOOL RICAMBI ELETTRODOMESTICI

INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Candy INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Tutti i ricambi ARISTON – CANDY – WHIRLPOOL  per lavatrici, frigoriferi, lavastoviglie, sono ordinabili esclusivamente online all’indirizzo di posta elettronica : aristonricambi@libero.it   il servizio e’ attivo 24 ore su 24 tutti i giorni. Infoline 347-4798492 per qualsiasi problematica di assistenza ricambi ARISTON

Logo-Whirlpool1

Pubblicato in Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

ARISTON – CANDY – WHIRLPOOL RICAMBI ELETTRODOMESTICI

INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Candy INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Tutti i ricambi ARISTON – CANDY – WHIRLPOOL  per lavatrici, frigoriferi, lavastoviglie, sono ordinabili esclusivamente online all’indirizzo di posta elettronica : aristonricambi@libero.it   il servizio e’ attivo 24 ore su 24 tutti i giorni. Infoline 347-4798492 per qualsiasi problematica di assistenza ricambi ARISTON

Logo-Whirlpool1

Pubblicato in Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Samsung ricambi originali Unico servizio in Europa

English: Samsung Logo Suomi: Samsungin logo

Samung servizio ricambi infoline 347.4798492

Tutti i ricambi originali Samsung sono richiedibili all’indirizzo di posta elettronica: samsungricambi@libero.it  potete richiedere preventivi per qualsiasi tipo di fornitura ricambi.

Tv color, condizionatori, elettrodomestici

SAMSUNG RICAMBI ITALIA UNICO NUMERO NAZIONALE 347-4798492 ATTIVO 24 ORE SU 24

 

Pubblicato in Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , ,

Samsung Assistenza e vendita Ricambi LG tvc,frigoriferi,lavatrici,condizionatori.Numero unico nazionale 347-4798492

samsung-face-to-face-595x259

Fornitura di qualsiasi tipologia di ricambio, servizio operativo 24 su 24 tutti i giorni.
LG ITALIA Ricambi specifici per tv color, CONDIZIONATORI LG,lavatrici, frigocongelatori, piedistalli tv.
Bata inviare una email a : servizioricambi@libero.it

Infoline 347-4798492 unico numero nazionale sempre attivo.

Immagine | Posted on di | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

LG – CANDY-ARISTON-WHIRLPOOL SERVIZIO SPEDIZIONE RICAMBI IN TUTTA ITALIA,UNICO SERVIZIO NOVITA’ ASSOLUTA.

UNICO SERVIZIO FORNITURA RICAMBI LG -ARISTON – CANDY -HOOVER

QUALSIASI RICAMBIO DISPONIBILE PER I PRINCIPALI MARCHI MONDIALI:

LG -CANDY-ARISTON-WHIRLPOOL-ZEROWATT-BOSCH-INDESIT-HOOVER-AEG

RICAMBI CONDIZIONATORI LG,FRIGORIFERI,LAVATRICI,FORNI A MICROONDE, PIANI DI COTTURA. SERVIZIO SPEDIZIONI RICAMBI ATTIVO 24 ORE SU 24.

Inviare qualsiasi richiesta ricambi all’indirizzo : SERVIZIORICAMBI@LIBERO.IT

INFOLINE 347-4798492  ricambi originali CANDY

UNICO SERVIZIO IN ITALIA, SPEDIZIONE DI QUALSIASI RICAMBIO LG -CANDY-ARISTON-WHIRLPOOL-HOOVER, SPESE DI SPEDIZIONI SEMPRE GRATIS.

ROMA - Una forte scossa di terremoto con epicentro in Garfagnana e di magnitudo 4,5- 5 è stata avvertita sia a Firenze che in provincia oltre che a Livorno. Il sisma è stato avvertito attorno alle 15.50 anche a Bologna, Modena, Reggio Emilia e Milano. Tremori sono stati avvertiti fino al Veneto e alla Liguria.
L’Istituto nazionale di geologia e vulcanologia ha localizzato l’epicentro in provincia di Lucca, vicino a Castiglione di Garfagnana, Villa Collemandina, Pieve Fosciana e Fossandora, a 15,5 chilometri di profondità. La scossa è stata avvertita nettamente a Lucca, dove diverse persone sono scese per strada. E a Massa Carrara e in Versilia, mentre in modo minore anche nella zona sud della regione, a Siena e Arezzo.
A Firenze,  nel corso di una lezione del ministro Elsa Fornero ad un master,  l’incontro è stato sospeso per qualche attimo in seguito alla scossa ma  senza che i partecipanti uscissero dall’aula. La protezione civile sta verificando se ci sono stati danni a cose o persone: per il momento non si segnalano danni o feriti né in Emilia né

in Garfagnana.
Scosse di assestamento. Dopo la prima, sono state registrate altre scosse di assestamento di intensità minore, intorno a magnitudo 2. Dieci in tutto, in un’ora fra Toscana ed Emilia. “La scossa è arrivata senza pravviso nè scosse più leggere ma ora ne seguiranno altre”, spiega Alessandro Amato, dell’Ingv. “E’ un classico terremoto appenninico, medio-forte, abbastanza superficiale avendo profondità di 15 chilometri”. La Garfagnana è considerata dagli esperti una zona dall’alto rischio sismico: nel 1920 l’intera regione fu devastata da un forte terremoto superiore ai 6,5 gradi.
Esattamente un anno fa, il 25 gennaio, ci fu un’altra scossa di terremoto in Emilia, la prima di due che non provocarono vittime ma fecero danni e molta paura. Furono un prodromo di quello che, dal 20 maggio in poi, divenne quello che si ricorda come il “sisma Emilia“.

(25 gennaio 2013)© Riproduzione riservata

Tagli e risparmi per 33 miliardi: ecco la spending review delle famiglie

Conti domestici difficili: in un anno la pressione fiscale è salita dal 42,5 al 44,7 per cento e il potere d’acquisto è crollato del 4,1 per cento. Con le “finanziarie fai da te” meno benzina per sei miliardi, telefonate per 1 miliardo e compravendite immobiliari per 18 miliardi di ETTORE LIVINI

MILANO  -  Un miliardo di euro di telefonate in meno. Sei miliardi (potenziali) risparmiati su benzina e gasolio per l’auto, 18 miliardi sulla casa. Basta cappuccino al bar e niente macchina nuova. Le famiglie tricolori festeggiano, si fa per dire, il successo della loro personalissima spending review.
I conti domestici faticano non tornano da tempo: la pressione fiscale è salita in un anno dal 42,5% al 44,7%, il potere d’acquisto è crollato del 4,1%. Ma le migliaia di finanziarie fai-da-te avviate tra le mura di casa  -  un lavoro certosino di forbice su entrate e uscite che ha cambiato molte delle nostre abitudini quotidiane  -  ha già regalato agli italiani tagli (o mancate spese) per almeno 33 miliardi.

Pubblicato in centri assistenza sony, Elenco Centri assistenza dei principali marchi Mondiali, Samsung Roma, Senza categoria, Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Assistenza Samsung Italia

Assistenza SamsungSamsung Assistenza

Assistenza Samsung per tv color lcd plasma unicamente chiamando il numero Unico Nazionale       347-4798492.  Risponde il centro tecnico piu vicino a casa tua.

Si forniscono ricambi originali samsung per tv color lcd plasma , e da oggi e’ possibile ordinare anche ricambi per frigoriferi e lavatrici samsung, semplicemente inviando una richiesta via email all’indirizzo  servizioricambi@libero.it

 

 

 

ROMA - E’ sul caso Montepaschi che si combatte in queste ore la campagna elettorale. E ad aprire le danze è, di prima mattina, il premier dimissionario Mario Monti. “Non voglio attaccare Bersani, ma il Pd c’entra nella questione Mps. Critico piuttosto la commistione fra banche e politica”, dice ospite a Radio Anch’io su Radio Uno, in merito alla vicenda della banca di Siena. E Pierluigi Bersani risponde dall’assemblea della Cgil: “Monti adesso trova un difetto al Pd tutti i giorni, mentre per un anno non ne ho mai sentiti”. Il premier uscente alla radio sottolinea che “Il Partito democratico è coinvolto in questa vicenda perchè ha sempre avuto grande influenza sulla banca attraverso la sua fondazione e il rapporto storico con il territorio culturale e finanziario senese”. Per Monti “il fenomeno antico della commistione tra banche e politica è una brutta bestia che va sradicata”, che siano poi i partiti a puntarsi l’indice l’uno contro l’altro: “Lascio ad altri le corride elettorali”, sentenzia.
Il governo non ha colpe. “Il governo non ha responsabilità – aggiunge il leader di Scelta Civica-  ma deve evitare che ci siano problemi nel sistema bancario italiano e assicurare il buon funzionamento delle autorità indipendenti”.  I risparmiatori italiani,

messi a dura prova nei loro nervi, “devono sapere che le banche italiane sono state tra le più solide durante la crisi finanziarie”, sottolinea Monti.
L’Imu non è un regalo a Mps. Quanto alle polemiche sollevate da chi ha accusato il governo di aver introdotto l’Imu per salvare il Monte dei Paschi, Monti replica: “I soldi dell’Imu vanno al settore pubblico, ci vanno e ci restano. C’è una nuvola terroristica circa gli importi relativi alla questione su Mps diventati oggetti di corride politiche”. Il governo, precisa il premier, “non ha fatto alcun regalo al Monte dei Paschi di Siena: si tratta di un prestito di 2 miliardi, con un interesse molto oneroso pari al 9 per cento, mentre i restanti 1,9 miliardi sono rimborsi dei precedenti Tremonti bond”. E chiarisce che il prestito “è stato previsto non di iniziativa italiana ma dall’autorità bancaria europea che ha modificato i criteri per l’adeguatezza di tutte le banche in Europa e ha richiesto una maggiore capitalizzazione di Mps”. L’Ue, infatti, ha delle regole che disciplinano gli aiuti di stato e i prestiti fatti dalle banche a tassi inferiori sarebbero aiuti di stato e incorrerebbero nella disciplina Ue: questo rende più oneroso il prestito e tranquillizza il contribuente, “perché non si tratta di regali – specifica il Professore – o assegnazioni a fondo perduto ma di prestiti a tassi onerosi in fondo convenienti per lo stato”. In ogni caso Monti ha “piena e totale fiducia nella Banca d’Italia e nei confronti del governatore Ignazio Visco, così come nel ministro dell’Economia Vittorio Grilli“. Grilli che, dopo le tensioni delle ultime ore con Bankitalia, ora prende tempo: “Tutto quello che ho da dire lo dirò nell’audizione che martedì avrò in Parlamento in Commissione finanze”. E prova a smorzare le polemiche: “L’unica cosa che mi preme dire è che ho letto interpretazioni in cui alcuni mi attribuiscono critiche sulla autorità di vigilanza. Ribadisco la mia assoluta fiducia e stima sulla Banca d’Italia di ieri e di oggi”.
Le reazioni dei leader politici. Il primo a rispondere a Monti sulla questione del presunto coinvolgimento del Pd nella vicenda del Monte Paschi è Nichi Vendola. “E’ sgradevole sentire che Monti dà lezioni al Pd di buona finanza”, sostiene il leader di Sel all’assemblea della Cgil, e sulla questione Monte dei Paschi, “farebbe bene a tacere”. Vendola ha sottolineato che per anni il centrosinistra ha denunciato i rischi “della finanza dei derivati e non ha mai avuto in Monti un interlocutore attento”. Il governatore della Puglia racconta di aver scritto al Professoresollecitando una maggiore regolamentazione sui vari strumenti della finanza. “Ma – sottolinea- ogni volta che si tratta di intervenire sulla base della piramide sociale lo si fa con una grande velocità mentre quando si deve intervenire sul vertice ci sono problemi tecnici. Evidentemente la tecnica è competente sui deboli non sui più forti”. Pier Ferdinando Casini, invece, chiama in causa il ‘rottamatore’: “Se c’è una responsabilità politica? Sì, come ha detto Renzi, che è il sindaco di Firenze e conosce bene Siena, ci sono responsabilità evidenti della sua parte politica. Se lo dice Renzi faccio fatica a non dirlo io”. Per il capogruppo Pdl al Senato Maurizio Gasparri tra Monti e Bersani si assiste a “uno scaricabarile indecoroseo”, mentre Francesco Storace, segretario de La Destra, si chiede su Twitter: “Spariscono 4 miliardi di euro da una banca. Il partito di riferimento farfuglia, la magistratura sta ferma. Ma le manette non scattano?”. Il caso Monte Paschi per Giorgia Meloni è “un triste esempio dell’operato di Monti” e per Gianpiero Samorì, imprenditore e candidato alle elezioni con il Mir, lo Stato dovrebbe intervenire per togliere il controllo del Monte dei Paschi dalla Fondazione, e far diventare l’istituto una banca pubblica.

(25 gennaio 2013)© Riproduzione riservata

Inoltra un nuovo commento

Continua a leggere

Pubblicato in Elenco Centri assistenza dei principali marchi Mondiali, Samsung Roma, Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

SAMSUNG ASSISTENZA ITALIA. Unici centri per Tv color . 347-4798492 Pronto intervento.

Assistenza Samsung Italia  347-4798492  Pronto Intervento

Samsung leader mondiale TV Plasma

di Gian Luca Di Felice, pubblicata il 02 Maggio 2012, alle 09:35 nel canale Display e TV Color

“Secondo quanto pubblicato dagli analisti di Displaybank, Samsung è risultato nei primi due mesi dell’anno il primo produttore al mondo di TV al plasma. La leadership è stata soffiata a Panasonic che rischia anche di vedersi sorpassata da LG Le vendite mondiali di TV al plasma

Samsung, dopo aver soffiato la leadership nel mondo della telefonia a Nokia, raggiunge un nuovo primato e si attesta sul gradino più alto dei produttori di TV al plasma. Il risultato è stato raggiunto nei primi due mesi dell’anno, con Samsung che ha venduto a febbraio 400.000 TV al plasma, contro i 260.000 pezzi venduti da Panasonic. La multinazionale nipponica vede un drastico calo nelle vendite, dovuto principalmente alla ristrutturazione in atto negli ultimi mesi e alla chiusura di diverse linee produttive plasma, cui ne seguiranno altre nei prossimi mesi.  Panasonic ha anche rivisto al ribasso le previsioni di vendite per l’intero 2012, con meno di 2,5 milioni di pezzi complessivi, contro i 5,7 milioni del 2011.

Samsung non vede in realtà numeri al rialzo, ma sta semplicemente cercando di mantenere il suo trend (5,2 milioni di pezzi venduti nel 2011), che l’ha portata alla leadership mondiale in fatto di display plasma. LG punta a vendere 4,3 milioni di TV al plasma nel 2012, mantenendo gli stessi risultati dello scorso anno. Se queste previsioni saranno mantenute, anche LG sorpasserà inevitabilmente Panasonic nelle vendite plasma, attestandosi in seconda posizione. Le vendite complessive di display plasma stanno calando e a febbraio sono stati venduti circa 1 milione di TV (meno 21% rispetto a gennaio) al plasma in tutto il mondo. Secondo gli analisti, la contrazione è destinata a continuare anche a marzo.

Pubblicato in Elenco Centri assistenza dei principali marchi Mondiali, Samsung Roma, Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Assistenza Samsung Unici Centri Regionali Lazio e Campania

Image

Immagine | Posted on di | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Assistenza Sony Italia

Nasce oggi il primo ed esclusivo servizio di assistenza tecnica Tv color Sony.

Servizio domiciliare per le regioni Lazio e Campania.

Numero Unico Nazionale 347-4798492  risponde il centro piu vicino a te.

 

il caso

Bernabè, niente sconti per Ti Media Mediaset: “Non ci interessa La7

Il prossimo 24 settembre scade il termine per presentare le offerte non vincolanti che saranno esaminate dal cda del 27 settembre. Entro fine anno anche la decisione sulla separazione della rete: “La maggioranza resterà a Telecom”. L’Espresso: “Nessuna trattativa con Sky”

MILANO – Il presidente di Telecom Italia, Franco Bernabè, prende posizione sulla vicenda della cessione di Telecom Italia Media e dice: “Non vendiamo a qualunque prezzo”. Il gruppo conta di chiudere l’operazione entro fine anno in modo tale da portare l’indebitamento netto a 27,5 miliardi di euro per rispettare il piano industriale, ma l’ex monopolista non ha alcuna fretta e non intende svendere l’asset televisivo. Soprattutto perché nel pacchetto ci le frequenze per trasmettere sul digitale terrestre. Canali che fanno gola a Mediaset, Sky e agli operatori internazionali che vogliono entrare sul mercato italiano.
E proprio oggi è arrivata la smentita del Biscione: “Non partecipiamo alla gara per La7. Abbiamo ricevuto da Mediobanca l’invito a visionare i dati, ma i numeri hanno sconsigliato la società a impegnarsi con gli asset in vendita del gruppo Telecom. E le condizioni non sono cambiate”.
La rete. Sempre entro fine anno verrà presa una decisione sulla separazione delle rete: “Speriamo di avere per fine anno gli elementi per decidere se andare avanti” ha detto Bernabè aggiungendo che già al prossimo cda del 27 settembre “verrà sottoposto lo stato di avanzamento” del dialogo con Cdp. Tuttavia, anche se si procedesse verso la separazione delle rete, la maggioranza della nuova società sarebbe “in capo a Telecom Italia”.
La7.Tornando a La7, Bernabè ha sottolineato

che in vendita “c’è un progetto, delle professionalità e uno spirito di azienda. Nelle valutazioni delle offerte c’è ovviamente il prezzo che è un aspetto fondamentale – ha proseguito – ma c’è anche un progetto industriale, La7 è una società che ha un valore importante, è l’unica delle tv generaliste che ha visto crescere l’audience in modo rilevante rispetto all’andamento del mercato e che ha visto crescere i ricavi pubblicitari in un momento di crisi drammatica”. Il prossimo 24 settembre scade, intanto, il termine per la presentazione delle offerte non vincolanti che verranno esaminante dal cda pochi giorni dopo prima di dare l’accesso alla data room ai gruppi selezionati: “Siamo ancora allo stato primordiale” ha chiosato Bernabè.
Espresso. Il Gruppo Espresso, intanto – con una nota – spiega che con Sky Italia “non è in corso alcuna trattativa” in relazione ad una ipotetica alleanza nella televisione. Lo afferma in una nota la società che sottolinea inoltre l’intenzione di “proseguire in modo autonomo lo sviluppo delle proprie attività televisive. Il rapporto commerciale con Sky Italia – si legge nella nota – riguarda principalmente l’affitto di capacità trasmissiva per il canale in chiaro Cielo e non ha alcun legame con l’attività di editore televisivo del gruppo Espresso nel digitale terrestre”.  

 

Pubblicato in centri assistenza sony, Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sony Assistenza

Nasce oggi il primo ed esclusivo servizio di assistenza tecnica Tv color Sony.

Servizio domiciliare per le regioni Lazio e Campania.

Numero Unico Nazionale 347-4798492  risponde il centro piu vicino a te.

Pubblicato in Senza categoria | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Samsung Assistenza

Assistenza SamsungSamsung Assistenza

Assistenza Samsung per tv color lcd plasma unicamente chiamando il numero Unico Nazionale       347-4798492.  Risponde il centro tecnico piu vicino a casa tua.

Si forniscono ricambi originali samsung per tv color lcd plasma , e da oggi e’ possibile ordinare anche ricambi per frigoriferi e lavatrici samsung, semplicemente inviando una richiesta via email all’indirizzo  servizioricambi@libero.it

Continua a leggere

Pubblicato in Elenco Centri assistenza dei principali marchi Mondiali, Samsung Roma, Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Base Tv Samsung

  • Fornitura basi tv color samsung, innesti base, piedistalli per qualsiasi modello di tv color samsung.
  • Inviare la propria richiesta all’indirizzo di posta elettronica : servizioricambi@libero.it
  • Fornitura telecomandi originali Samsung- Sony

 

occupazione

La crisi colpisce soprattutto i giovani Un milione di posti in meno in quattro anni

Il Cnel ha presentato il Rapporto sul mercato del lavoro 2011-2012. Calano le posizioni occupate dagli under 34, più spazio a donne e stranieri. Sempre di più i contratti a termine. Cresce il fenomeno del “part-time involontario”. Ma secondo le stime l’Italia “resiste” all’ondata recessiva

MILANO- Un milione di occupati in meno in quattro anni. E’ il dato sui giovani di età inferiore ai 34 anni presentato dal Cnel nel Rapporto sul mercato del lavoro 2011-2012. “Cambia la struttura del mercato del lavoro, a tutto svantaggio dei più giovani” sostiene il Cnel e i posti di lavori persi rispetto al 2008 sono stati “solo parzialmente compensati dalla crescita dell’occupazione di età superiore”.
Tuttavia, secondo il rapporto di quest’anno, il mercato del lavoro in Italia ha risentito finora solo in misura marginale della nuova recessione. “I risultati recenti – si legge nel documento del Cnel – se rapportati all’evoluzione del quadro macroeconomico complessivo, non sono così sfavorevoli. Fino a inizio 2012 le ore lavorate si sono ridotte con gradualità mentre l’occupazione addirittura non è mai scesa”.
Dall‘analisi del Cnel emerge inoltre un incremento dell’occupazione femminile, mentre il dato relativo ai maschi è stagnante. La crescita del numero delle donne occupate dovrebbe protrarsi nei prossimi anni “secondo una tendenza destinata ad accrescere i servizi sostitutivi dell’attività domestica” con un aumento della domanda di pasti fuori casa e di altre attività, fra cui le collaborazioni domestiche.
Le altre tendenze evidenziate nel rapporto riguardano precariato, lavoro autonomo e lavoratori stranieri. Nel 2011 è cresciuto il numero dei lavoratori dipendenti con un contratto a termine e si è ridotta

la quota dell’occupazione autonoma. In quest’ultimo caso, “la contrazione ha riguardato soprattutto gli imprenditori e i lavoratori in proprio, ovvero coloro che hanno risentito in prima persona delle difficoltà delle imprese, soprattutto le più piccole”. E’ cresciuto anche il numero dei “lavoratori a tempo parziale involontari”, ovvero coloro che hanno un’occupazione part-time perché non riescono a trovare lavoro a tempo pieno.
Per gli stranieri in Italia il dato è favorevole: nonostante la crisi dei settori dell’industria e delle costruzioni – che ha ridotto la domanda di manodopera – gli immigrati stanno beneficiando della domanda crescente in settori come quello dei servizi alle famiglie.

 

Pubblicato in Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Piedistallo Tv Samsung Stand Tv

Da oggi e’ possibile ordinare online qualsiasi tipo di piedistallo tv samsung.

Stand tv, innesto basi samsung, piedistalli originali samsung per qualsiasi modello di apparecchio.

Basta inviare la propria richiesta inviando il modello esatto di tv color all’indirizzo di posta elettronica: servizioricambi@libero.it  in pochi minuti riceverete la risposta direttamente nella vostra casella di posta.

Trattiamo anche piedistalli e stand tv di qualsiasi altra marca.

Spedizioni piedistalli tv samsung in tutta Europa, spese di spedizioni GRATIS.

Pubblicato in Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Philips Servizio Ricambi

Unico Servizio di ricerca telematica internazionale per ricambi Tv color lcd plasma led Philips.

Basta inviare la propria richiesta all’indirizzo di posta elettronica gestioneassistenza@libero.it  attivo 24 ore su 24 per 365 giorni l’anno.

Entro poche ore riceverai la risposta direttamente nella tua casella di posta,e potrai liberamente di decidere se ordinare il ricambio occorrente al tuo apparecchio.

Philips servizio ricambi e’ il nuovissimo servizio UNICO IN EUROPA.

Pubblicato in Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Samsung Assistenza Roma

Il servizio Assistenza Samsung per Tv color lcd plasma nella regione Lazio viene gestito direttamente dal numero di assistenza mobile 347-4798492.

Risponde il centro tecnico piu vicino a casa tua.

Pubblicato in Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Lg Assistenza

Lg Assistenza Tv color lcd plasma.

Lg Italia assistenza tv color, servizio tecnico regionale.

Ricambi originali e tariffe fisse.

Assistenza lg garantisce un servizio rapido ed efficiente a prezzi controllati.

Unici centri assistenza regionali con unico numero 347-4798492

Pubblicato in centri assistenza sony, Elenco Centri assistenza dei principali marchi Mondiali, Samsung Roma, Senza categoria, Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Sony Assistenza

Sony Assistenza Italia

Assistenza Sony Italia garantisce un servizio capillare per l’assistenza tecnica su tv color lcd e plasma.

Servizio domiciliare attivo nelle regioni Lazio e Campania.

Unico Numero 347-4798492 per cercare il centro assistenza piu vicino a te.

Pubblicato in Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Samsung Assistenza Italia Servizio Prenotazioni Interventi UNICO NUMERO 347-4798492

Samsung Presenta il nuovissimo servizio di assistenza tecnica domiciliare per Tvc lcd e plasma.

Personale altamente specializzato, impiego esclusivo di ricambi originali insieme a cortesia e gentilezza fanno del Nuovo Service Samsung la nuova frontiera dell’assistenza Tv color.

Da oggi un solo ed esclusivo numero telefonico Mobile a ricerca Regionale garantisce un servizio tecnico domiciliare direttamente a casa tua.

347-4798492 e’ l’unico numero da chiamare per avere nel piu breve tempo possibile un tecnico presso la tua abitazione.

Pubblicato in Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

RICAMBI LAVATRICI E FRIGORIFERI WHIRLPOOL, ARISTON RICAMBI LAVATRICI E LAVASTOVIGLIE.SPEDIZIONI GRATIS IN TUTTA ITALIA

WHIRLPOOL   ARISTON  HOOVER  RICAMBI FRIGORIFERI,LAVATRICI,FORNI A MICROONDE, PIANI DI COTTURA. SERVIZIO SPEDIZIONI RICAMBI ATTIVO 24 ORE SU 24.

Inviare qualsiasi richiesta ricambi all’indirizzo : SERVIZIORICAMBI@LIBERO.IT

INFOLINE 347-4798492

Faccio un esempio che ho fatto anche altre volte, l’ho anche scritto dentro di
un libro lo faccio spesso se qualcuno l’ha già sentito porti pazienza.

Io, quando sto bene, che ci riesco, non guardo la televisione, non leggo
i giornali, e se sto proprio benissimo riesco anche a non sentire la radio. E
questa è una cosa che ogni tanto produce degli effetti singolari, per esempio
l’ultima volta che è morto un papa, io di questa morte del papa, e del
successivo convegno di cardinali per eleggerne un altro, l’avevo saputo per via
che nel bar dove andavo a far colazione, sotto casa mia, a Bologna, eran
diventati tutti dei vaticanisti.

Un bar che fino a pochi giorni prima era
frequentato da bancari, studenti, pensionati, commercialisti, idraulici, sarti,
professori di ginnastica, tabaccai, ortopedici, musicisti, impiegati comunali,
bidelli, avvocati, fisioterapisti, garagisti e bibliotecari, tutto d’un tratto,
dans l’espace d’un matin, come si dice, era diventato il bar dei
vaticanisti. E discutevano fra loro, e si dividevano in fazioni, e c’erano i
bene informati e i male informati, e c’era chi assicurava che il giorno
successivo tutto sarebbe finito, e chi diceva che no, che per altri tre giorni
niente fumata bianca, e era in tutto e per tutto quello che un mio amico
chiamava la recita del pensare, e per un momento sembrava che radio, e giornali,
e televisioni servissero a quello, a permettere alla gente di abbandonarsi a
questa generale recita del pensare e per un attimo uno se lo dimenticava, che
invece servono per vendere la pubblicità.

Dopo, nel gennaio del 2009,
compiva gli anni mio fratello Emilio, mi sono trovato a Parma a cena con i miei
due fratelli e mia mamma. Era il periodo della crisi dell’Alitalia, e la prima
mezz’ora che siam stati a tavola mio fratello Giulio, mio fratello Emilio e mia
mamma hanno parlato solo di trasporti aerei, e ne han parlato come se fossero
degli esperti. Io a un certo punto ho guardato mia mamma le ho detto Mamma,
tu non hai mai volato in vita tua, cos’è successo, hai fatto un corso?

C’è un saggio bellissimo di uno studioso russo che si chiama Bachtin, il
saggio si intitola La parola nel romanzo ed è pubblicato da Einaudi in un
volume intitolato Estetica e romanzo, dove Bachtin dice che noi, le cose
che diciamo, il 50 per cento non sono cose che diciamo, sono cose che ripetiamo.
Quel saggio è degli anni 50, e adesso, secondo me, 60 anni dopo, per me,
perlomeno, quella percentuale lì è salita al 98 per cento, e i giorni che mi
viene un pensiero mio che l’ho pensato io sono giorni da segnare sul calendario
noi siamo veramente, mi sembra, tutti impastati di sonno, non sappiamo neanche
distinguere dentro la testa quel che abbiam pensato noi e quello che abbiamo
sentito dire dagli altri e io non lo so, quanto si può andare avanti, così,
forse all’infinito, ma forse anche no.

Paolo Nori
Fonte:
http://www.paolonori.it
Link: http://www.paolonori.it/vaticanisti-2/
13.02.2013

Pubblicato in centri assistenza sony, Elenco Centri assistenza dei principali marchi Mondiali, Samsung Roma, Senza categoria, Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

RICAMBI FRIGORIFERI WHIRLPOOL, ARISTON RICAMBI LAVATRICI E LAVASTOVIGLIE.SPEDIZIONI GRATIS IN TUTTA ITALIA

WHIRLPOOL   ARISTON  HOOVER  RICAMBI FRIGORIFERI,LAVATRICI,FORNI A MICROONDE, PIANI DI COTTURA. SERVIZIO SPEDIZIONI RICAMBI ATTIVO 24 ORE SU 24.

Inviare qualsiasi richiesta ricambi all’indirizzo : SERVIZIORICAMBI@LIBERO.IT

INFOLINE 347-4798492

Faccio un esempio che ho fatto anche altre volte, l’ho anche scritto dentro di
un libro lo faccio spesso se qualcuno l’ha già sentito porti pazienza.

Io, quando sto bene, che ci riesco, non guardo la televisione, non leggo
i giornali, e se sto proprio benissimo riesco anche a non sentire la radio. E
questa è una cosa che ogni tanto produce degli effetti singolari, per esempio
l’ultima volta che è morto un papa, io di questa morte del papa, e del
successivo convegno di cardinali per eleggerne un altro, l’avevo saputo per via
che nel bar dove andavo a far colazione, sotto casa mia, a Bologna, eran
diventati tutti dei vaticanisti.

Un bar che fino a pochi giorni prima era
frequentato da bancari, studenti, pensionati, commercialisti, idraulici, sarti,
professori di ginnastica, tabaccai, ortopedici, musicisti, impiegati comunali,
bidelli, avvocati, fisioterapisti, garagisti e bibliotecari, tutto d’un tratto,
dans l’espace d’un matin, come si dice, era diventato il bar dei
vaticanisti. E discutevano fra loro, e si dividevano in fazioni, e c’erano i
bene informati e i male informati, e c’era chi assicurava che il giorno
successivo tutto sarebbe finito, e chi diceva che no, che per altri tre giorni
niente fumata bianca, e era in tutto e per tutto quello che un mio amico
chiamava la recita del pensare, e per un momento sembrava che radio, e giornali,
e televisioni servissero a quello, a permettere alla gente di abbandonarsi a
questa generale recita del pensare e per un attimo uno se lo dimenticava, che
invece servono per vendere la pubblicità.

Dopo, nel gennaio del 2009,
compiva gli anni mio fratello Emilio, mi sono trovato a Parma a cena con i miei
due fratelli e mia mamma. Era il periodo della crisi dell’Alitalia, e la prima
mezz’ora che siam stati a tavola mio fratello Giulio, mio fratello Emilio e mia
mamma hanno parlato solo di trasporti aerei, e ne han parlato come se fossero
degli esperti. Io a un certo punto ho guardato mia mamma le ho detto Mamma,
tu non hai mai volato in vita tua, cos’è successo, hai fatto un corso?

C’è un saggio bellissimo di uno studioso russo che si chiama Bachtin, il
saggio si intitola La parola nel romanzo ed è pubblicato da Einaudi in un
volume intitolato Estetica e romanzo, dove Bachtin dice che noi, le cose
che diciamo, il 50 per cento non sono cose che diciamo, sono cose che ripetiamo.
Quel saggio è degli anni 50, e adesso, secondo me, 60 anni dopo, per me,
perlomeno, quella percentuale lì è salita al 98 per cento, e i giorni che mi
viene un pensiero mio che l’ho pensato io sono giorni da segnare sul calendario
noi siamo veramente, mi sembra, tutti impastati di sonno, non sappiamo neanche
distinguere dentro la testa quel che abbiam pensato noi e quello che abbiamo
sentito dire dagli altri e io non lo so, quanto si può andare avanti, così,
forse all’infinito, ma forse anche no.

Paolo Nori
Fonte:
http://www.paolonori.it
Link: http://www.paolonori.it/vaticanisti-2/
13.02.2013

Pubblicato in centri assistenza sony, Elenco Centri assistenza dei principali marchi Mondiali, Samsung Roma, Senza categoria, Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

SERVIZIO ORDINI RICAMBI ARISTON – CANDY – WHIRLPOOL RICAMBI ELETTRODOMESTICI

INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Candy INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Tutti i ricambi ARISTON – CANDY – WHIRLPOOL  per lavatrici, frigoriferi, lavastoviglie, sono ordinabili esclusivamente online all’indirizzo di posta elettronica : aristonricambi@libero.it   il servizio e’ attivo 24 ore su 24 tutti i giorni. Infoline 347-4798492 per qualsiasi problematica di assistenza ricambi ARISTON

Logo-Whirlpool1

Pubblicato in Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

NUMERO VERDE WHIRLPOOL : UNICO CENTRO PER LA FORNITURA DI RICAMBI CANDY – WHIRLPOOL RICAMBI ELETTRODOMESTICI

INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Candy INFOLINE RICAMBI 347-4798492

Tutti i ricambi ARISTON – CANDY – WHIRLPOOL  per lavatrici, frigoriferi, lavastoviglie, sono ordinabili esclusivamente online all’indirizzo di posta elettronica : aristonricambi@libero.it   il servizio e’ attivo 24 ore su 24 tutti i giorni. Infoline 347-4798492 per qualsiasi problematica di assistenza ricambi ARISTON

Logo-Whirlpool1

Pubblicato in Samsung Roma, Senza categoria, Servizio Prenotazioni Interventi 347-4798492 Numero Unico | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento